Energia#Energia – Prezzo a Pun. Cosa significa, come funziona e cosa devi sapere in merito.

#Energia – Prezzo a Pun. Cosa significa, come funziona e cosa devi sapere in merito.

Cosa significa prezzo a PUNEccoti quà!! Lasciami dire che sei capitato sulla pagina giusta per comprendere a fondo cosa significa prezzo a PUN ; avere un prezzo a PUN ; come si vende il PUN . Vai si parte !!

Cosa significa prezzo a PUN

Definizione del PUN: Prezzo Unico Nazionale. Tale definizione può dire tutto e può dire niente, quindi per iniziare a fare un pò di chiarezza, è opportuno spiegarti come e dove i gestori/fornitori acquistano l’energia che poi rivenderanno a te Cliente.

Come per i prodotti della finanza (azioni, obbligazioni etc etc) anche per l’energia esiste una piattaforma di scambio ed acquisto. Questa piattaforma viene detta Borsa Elettrica e viene gestita dal GME (Gestore Mercato Elettrico) . Le contrattazioni avvengono giornaliermente tra produttori e grossisti ed a seconda dei lotti di energia venduti ed acquistati viene a formarsi il PUN , cioè la media prezzo di borsa. E’ però importantissimo tener presente e dopo te ne spiego il motivo, che per ogni ora di scambio il prezzo varia.

Ha due modalità di Vendita

il PUN può essere venduto in due modi differenti e quindi presentarsi in fattura sia con un prezzo medio per fasce ( F1 -F2 -F3 ) oppure come prezzo medio unico dei tuoi consumi.

  • Pun in fasce: in fattura leggerai tre prezzi differenti in riferimento ai Kwh consumati nelle fasce su citate.
  • Pun orario: in fattura leggerai un solo prezzo per tutti i Kwh consumati durante il mese.

Tra le due formule vi è però una sostanziale differenza. Vediamo quale è:

Il Pun in fasce esprime realmente il prezzo medio nazionale dell’energia, prezzo che Tu Cliente ogni fine mese puoi controllare dal sito del GME, per il Pun orario invece questo non può avvenire.

Qualche riga più sopra, ti ho detto che il prezzo dell’energia cambia di ora in ora e che era importante tenerlo ben presente. Ricordi..?? Ora vediamo il perchè.

Il Pun orario, è come fosse un prezzo personalizzato, perchè ricavato dalla curva oraria dei tuoi consumi (per curva oraria si intende il grafico dei tuoi consumi ora per ora su base mensile). Quando si calcola la media prezzo del Pun orario, lo si fa prendendo il prezzo di costo dell’energia ora per ora, lo si abbina ai tuoi consumi fatti ora per ora e da questa operazione viene fuori la Tua media prezzo, va da se quindi che non puoi andare a controllarlo da nessuna parte, devi solo fidarti del Tuo gestore che effettua i calcoli.

Adesso fai molta ATTENZIONE.

Un gestore quando vende la formula a PUN, per guadagnarci deve ricaricare sul prezzo del PUN la marginalità (detta anche Spread o Delta) che vuole realizzare, il valore economico di tale marginalità, solitamente è fisso per almeno 12 mesi e Tu lo vedrai indicato sul listino di offerta quando gli firmi il contratto (se te lo lasciano). Di conseguenza chi acquista una tariffa a PUN, in fattura avrà una costo variabile (PUN che cambia ogni mese) e una parte fissa (Marginalità). Più o meno troverai uno schema grosso modo simile a quello che ho preparato qui nell’immagine, che .

(schema PUN Orario)

cosa significa prezzo a pun

Se invece il PUN è in fasce (F1-F2-F3) , lo schema è pressapoco lo stesso, i quanto il Delta su PUN non cambia, ma cambierà quello dell’Energia Attiva (il consumo) per ogni fascia come sopra indicato. Se non ti è chiaro scrivilo nei commenti.

Come ti viene venduto

Chi ti presenta un’offerta a PUN, può mostrati o il prezzo del valore del mese corrente oppure un andamento storico, poi ti mostra il valore della marginalità (come spiegato sopra) e fin qui tutto bene, ma c’è un’incognita in tutto questo; seguimi bene: siccome la tempistica per entrare in fornitura su di una Bassa Tensione già sul mercato libero non può essere inferiore a 1 mese (ma nella pratica ne passano 2) e ad 12 per una Media Tensione (salvo contratti a scadenza), nessun venditore è in grado di garantirti il prezzo certo del PUN a X mesi di distanza , a limite può fornirti una valutazione basata sulle proiezioni future di mercato. Ciò significa che il prezzo PUN che ti presentano oggi, sicuro al 100% non sarà quello di quando entrerai in fornitura. Potrebbe essere anche più basso, ma anche più alto, di certo non sarà quello che ti stanno presentando.

Adesso veniamo ai vantaggi e svantaggi per Te

Il vantaggio per il Cliente che sceglie la fornitura a PUN , è quello di pagare l’energia  allo stesso prezzo di mercato e quindi godere di ribassi talvolta anche consistenti. Ma c’è poi il rovescio della medaglia e che spesso fa proprendere il Cliente a scegliere un prezzo fisso e cioè quella volatilità alla quale il PUN è sottoposto e che potrebbe rivelarsi non un buon affare.

#Unconsiglioperte

Siccome acquistare una Tariffa a PUN,  ha la stessa valenza del fare una scommessa, se Tu sei un consumatore basso spendente il problema non c’è, in quanto seppur il prezzo del PUN sale e a fine anno dovessi ritrovarti a pagare 70/80 euro in più rispetto all’anno precedente, sicuramente non è grave un problema, ma se per caso sei un consumatore alto spendente, potresti trovarti a pagare 1/2/3 mila euro in più, rispetto alle tue attese e qui il problema c’è eccome.

Quando ad un Cliente si propone di scommettere su di un qualcosa di instabile e questi ti segue perchè vuole darti fiducia, sarebbe opportuno che il venditore,  ricordasse che i soldini non sono i suoi, ma del Cliente, altrimenti poi si finisce come nella “parabola” dell’avvocato; Quando si vince, vincete tutti e due, quando si perde, perdi solo tu. Sono stato chiaro..??

Personalmente preferisco dare un buon prezzo fisso basato sui consumi del Cliente e metterlo così in sicurezza , ma quando mi capita di vendere il PUN, lascio sempre aperta l’opzione di poter fissare il prezzo nel momento in cui il mercato è favorevole.

Siamo giunti alla fine e sono certo che adesso sai cosa significa prezzo a PUN e se pensi che me lo sono meritato allora condividi l’articolo con il tuo social preferito, appena sotto trovi tutte le icone per farlo.

Ti rinnovo anche l’invito a porre domande, se ne hai ed a iscriverti al Blog per seguire i nuovi post e prenderti la Facile Guida alla lettura di una bolletta di Energia e Gas.

P.s.

Nel prossimo post sull’Energia, ti parlerò ancora di più nello specifico, del PUN Orario, registrati al Blog per non perderti l’articolo.

A presto. Ciao!

Pasquale 

Condividi con amici e colleghi
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Categories: Energia Tags: , , , , , ,